Visualizzazione post con etichetta Res Noster Pubblica. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Res Noster Pubblica. Mostra tutti i post

08 aprile 2020

Coronavirus: Un falsa pandemia? Chi c'è dietro questo? Destabilizzazione economica, sociale e geopolitica globale?


del prof. Michel Chossudovsky.
La campagna pubblicitaria e di disinformazione sulla diffusione del nuovo coronavirus COVID-19 ha creato un clima di paura e incertezza in tutto il mondo da quando l’OMS l’ha dichiarata un’emergenza medica della sanità pubblica internazionale il 30 gennaio.
La campagna della paura è in corso, creando panico e incertezza. I governi nazionali e l’OMS stanno ingannando il pubblico.
” Circa 84.000 persone in almeno 56 paesi sono state contagiate e circa 2.900 sono morte ” , ha dichiarato il New York Times. Quello che il giornale non menziona è che il 98% delle infezioni si trova nella Cina continentale. Ci sono meno di 5.000 casi confermati al di fuori della Cina (OMS, 28 febbraio 2020).
Al momento, non esiste una vera pandemia al di fuori della Cina continentale. I numeri parlano da soli.
Al momento in cui scrivo, il numero di “casi confermati” negli Stati Uniti è di 64 .
Il numero è minimo, ma i media stanno diffondendo il panico.
Vi sono tuttavia 15 milioni di casi di influenza negli Stati Uniti .
L’ultimo rapporto di sorveglianza FluView del Center for Disease Control and Prevention (CDC) degli Stati Uniti indica che il 18 gennaio 2020 ci sono stati 15 milioni di casi di influenza, 140.000 ricoveri e 8.200 morti in questa stagione influenzale negli Stati Uniti (enfasi aggiunta ).
Dati pandemici COVID-19
Il 28 febbraio 2020, l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha riportato 83.652 casi confermati di COVID-19, inclusi 78.961 nella Cina continentale. Fuori dalla Cina c’erano 4.691 (OMS, 28 febbraio 2020, ).
L’OMS ha anche riportato 2.791 morti, di cui solo 67 al di fuori della Cina continentale .
Queste cifre confermano che la pandemia è principalmente limitata alla Cina continentale.
Inoltre, i dati recenti tendono a dimostrare che l’epidemia in Cina è sotto controllo. Il 21 febbraio 2020, la National Health Commission della Repubblica popolare cinese ha riferito che 36.157 pazienti sono stati dichiarati guariti e dimessi dall’ospedale (vedere la tabella sotto).
Rapporti cinesi confermano che le persone hanno ricevuto un trattamento e si stanno riprendendo dall’infezione virale. Anche il numero di pazienti infetti sta diminuendo.
Secondo la National Pharmaceutical Administration of China, gli ospedali usano il farmaco antivirale Favilavir ” per curare il coronavirus con effetti collaterali minimi “.
Diamo un’occhiata ai numeri:
La popolazione mondiale è di circa 7,8 miliardi di personeLa popolazione cinese è di circa 1,4 miliardi di persone.
La popolazione mondiale meno la Cina è di circa 6,4 miliardi di persone.4.691 casi confermati e 67 decessi segnalati (al di fuori della Cina) su una popolazione di 6,4 miliardi non costituiscono una pandemia. 4.691 / 6.400.000.000 = 0,00000073 = 0.000073%

Negli Stati Uniti, 64 casi su una popolazione di circa 330 milioni non costituiscono una pandemia. (dati del 28 febbraio): 64 / 330.000.000.
Perché propaganda Razzismo contro persone di origine cinese
È stata lanciata una campagna deliberata contro la Cina ed è in atto un’ondata di sentimento razzista nei confronti di persone di origine cinese, in gran parte promossa dai media occidentali, ma anche da agenzie governative (vedi sotto).
Sunnybank (un sobborgo di Brisbane), Runcorn (un sobborgo di Brisbane) e Eight Mile Plains sono città del Queensland con un’alta percentuale di australiani di origine cinese. I consigli del dipartimento della salute del Queensland suggeriscono che tutte le persone di origine cinese (compresi i nati in Australia che non sono mai stati in Cina) rappresentano un rischio per la salute perché possono diffondere il virus agli australiani bianchi.Ah si! Evita anche di andare in un ristorante cinese.Lo stesso fenomeno si verifica anche ovunque negli Stati Uniti.

Guerra economica contro la Cina

La strategia degli Stati Uniti è quella di utilizzare COVID-19 per isolare la Cina, nonostante il fatto che l’economia statunitense si basi fortemente sulle importazioni cinesi.
La disorganizzazione a breve termine dell’economia cinese è in gran parte dovuta alla chiusura (temporanea) dei circuiti commerciali e di trasporto.
L’emergenza per la salute pubblica dichiarata dall’OMS si unisce alla disinformazione dei media e al divieto di voli in Cina.
Panico a Wall Street
La disinformazione dei media ha assunto un’altra dimensione causando il panico sui mercati azionari.
La paura del coronavirus ha portato a una caduta dei mercati finanziari in tutto il mondo.
Epidemia di coronavirus: l’OMS dichiara un’emergenza globale “falsa” per la salute pubblica
Secondo i rapporti, il valore dei mercati azionari mondiali è crollato di circa $ 6 trilioni. Questo calo è stato finora dell’ordine del “15% o più”.Ciò provoca ingenti perdite nei risparmi personali (cioè nella media americani), oltre a fallimenti personali e fallimenti aziendali.
È anche un vantaggio per gli speculatori istituzionali, in particolare per gli hedge fund aziendali. La debacle finanziaria ha portato a grandi trasferimenti di ricchezza monetaria nelle tasche di una manciata di istituzioni finanziarie.
Il fatto più ironico è che gli analisti collegano casualmente il crollo dei mercati alla diffusione del virus, quando negli Stati Uniti ci sono solo 64 casi confermati.

” Non sorprende che i mercati stiano calando … il virus è cresciuto così tanto …”
Potremmo “prevedere” il crollo finanziario di febbraio?
Sarebbe ingenuo credere che la crisi finanziaria fosse dovuta solo alle forze di mercato che hanno reagito spontaneamente alla diffusione di COVID-19. Il mercato è già stato attentamente manipolato da potenti attori che utilizzano strumenti speculativi nei mercati dei derivati, compresa la “vendita allo scoperto”.
L’obiettivo non detto è la concentrazione della ricchezza. Fu un vero vantaggio finanziario per gli “addetti ai lavori” che sapevano in anticipo cosa avrebbe portato alla decisione dell’OMS di dichiarare un’emergenza di sanità pubblica di interesse internazionale il 30 gennaio.
La pandemia COVID-19 (nCoV-2019) era nota in anticipo? Quali sono le probabili ripercussioni?
Il 18 ottobre 2019, il Johns Hopkins Center for Health Security di Baltimora ha intrapreso un esercizio di simulazione accuratamente realizzato di un’epidemia di coronavirus chiamata nCoV-2019.
Nell’esercizio chiamato Event 201 Simulation of a Coronavirus Pandemic , abbiamo “simulato” un calo del mercato azionario del 15%. Non è stato “pianificato” secondo gli organizzatori e gli sponsor dell’evento, la Bill and Melinda Gates Foundation e il World Economic Forum.

Una esercitazione pandemica globale

Schermata, 201 Un esercizio pandemico globale
La simulazione effettuata in ottobre chiamata nCoV-2019 è avvenuta appena due mesi prima della comparsa di COVID-19.
La simulazione della pandemia di John Hopkins ha simulato un calo del mercato azionario del “15% o più” (video, sezione 0.0 – 1’2 “), che corrisponde in gran parte al calo che ha avuto luogo alla fine di febbraio 2020.
Molti aspetti di questo “esercizio di simulazione” corrispondono effettivamente a ciò che è realmente accaduto quando il Direttore Generale dell’OMS ha dichiarato un’emergenza di sanità pubblica di interesse internazionale il 30 gennaio 2020.
Quello che deve essere compreso è che coloro che hanno sponsorizzato il “esercizio di simulazione” del John Hopkins Center sono potenti e competenti nelle aree della “salute globale” (B. e M. Gates Foundation) e “L’economia mondiale” (GEF).

Va anche notato che l’OMS ha inizialmente adottato un acronimo simile (per indicare il coronavirus) a quello del John Hopkins Center Pandemic Simulation Exercise (nCoV-2019) prima di cambiarlo in COVID-19 .

Corruzione e ruolo dell’OMS
Che motivato il direttore generale dell’OMS, Dr. Tedros Adhanom Ghebreyesus , a dichiarare che la Ncov-2019 è una “emergenza sanitaria pubblica di rilevanza internazionale” il 30 gennaio, quando l’epidemia era in gran parte confinato alla Cina continentale?
Tutto suggerisce che il direttore generale dell’OMS Tedros abbia servito gli interessi di potenti partner delle grandi corporations.
Secondo F. William Engdahl , Tedros ha legami di vecchia data con la Clinton e la Clinton Foundation. È anche strettamente legato alla Bill and Melinda Gates Foundation.
Insieme al World Economic Forum di Davos, la Gates Foundation ha sponsorizzato il “esercizio di simulazione” di John Hopkins nCoV-2019.
Come ministro della sanità, Tedros ha anche presieduto il Fondo globale per la lotta contro l’AIDS, la tubercolosi e la malaria, di cui la Fondazione Gates è stata cofondatrice. Il Fondo globale è stato rovinato da scandali di frode e corruzione.
” Durante la campagna triennale di Tedros per ottenere il suo posto presso l’OMS, è stato accusato di nascondere tre grandi epidemie di colera mentre era il Ministro della Salute dell’Etiopia, falsificando i casi “acuta diarrea acquosa” (un sintomo di colera), per ridurre al miniUna massiccia campagna di sviluppo del vaccino è stata ordinata dal direttore generale dell’OMS Tedros Adhanom Ghebreyesus. Molte aziende farmaceutiche ci stanno già lavorando.


A questo proposito, è importante ricordare la frode dell’OMS durante il mandato del suo predecessore, la dott.ssa Margaret Chan , che ha detto questo sulla pandemia di influenza suina H1N1 nel 2009:
” I produttori di vaccini possono produrre nella migliore delle ipotesi 4,9 miliardi di vaccini contro l’influenza all’anno . ( Margaret Chan, direttore esecutivo dell’Organizzazione mondiale della sanità , citato da Reuters il 21 luglio 2009, sottolinea che è stato aggiunto).

Non vi è stata alcuna pandemia di H1N1 nel 2009. È stato una frode fare soldi, come rivelato dal Parlamento europeo.

Le multinazionali del farmaco si preparano al grande business dei vaccini per il Covid-19

Qual è il prossimo passo nella pandemia di COVID-19? È una falsa o una vera pandemia?
La propaganda contro la Cina non è finita.
Né la “paura della pandemia” è al di fuori della Cina, nonostante il numero veramente basso di “casi confermati”.
La crisi finanziaria continua, supportata dalla disinformazione dei media e dalle interferenze finanziarie.
Se non vengono ripristinati i normali rapporti commerciali (e di trasporto) tra Stati Uniti e Cina, la consegna dei beni di consumo “Made in China” esportati negli Stati Uniti verrà messa a repentaglio.
Questa situazione potrebbe innescare una grave crisi nel commercio al dettaglio negli Stati Uniti, dove i beni “Made in China” costituiscono una parte significativa del consumo mensile delle famiglie.
Dal punto di vista della salute pubblica, le prospettive di eliminare COVID-19 in Cina sono favorevoli. I progressi sono già stati segnalati.
Nel resto del mondo (dove ci sono stati circa 3.000 casi confermati il ​​28 febbraio 2020), la pandemia di COVID-19 continua, insieme alla propaganda per un programma di vaccinazione globale.
Senza una campagna di paura combinata con notizie false, COVID-19 non avrebbe fatto notizia.
Da un punto di vista medico, è indicata la vaccinazione globale?
Il 43,3% dei “casi confermati” in Cina è ora considerato “recuperato” (vedi grafico sopra). I rapporti occidentali non fanno distinzione tra “casi confermati” e “casi confermati infetti”. Sono gli ultimi casi che sono rilevanti. La tendenza è verso una ripresa e una diminuzione dei “casi infetti confermati”.
La massiccia campagna di vaccinazione dell’OMS (menzionata sopra) è stata debitamente confermata dal suo direttore generale, il dott. Tedros Adhanom Ghebreyesus , il 28 febbraio:
” … Più di 20 vaccini sono in fase di sviluppo in tutto il mondo e numerosi prodotti terapeutici sono in fase di sperimentazione clinica, i cui primi risultati sono attesi in” poche settimane “. (enfasi aggiunta)
Va da sé che questa decisione dell’OMS costituisce un’altra manna per i cinque principali produttori di vaccini: Glaxo SmithKline, Novartis, Merck & Co., Sanofi e Pfizer, che controllano l’85% del mercato dei vaccini. Secondo CNBC: (enfasi aggiunta)
Queste aziende sono entrate nella corsa per combattere il coronavirus mortale e stanno lavorando a programmi per creare vaccini o farmaci … Sanofi sta collaborando con il governo degli Stati Uniti per sviluppare un vaccino contro il nuovo virus , sperando che il suo lavoro sul l’epidemia di SARS del 2003 accelererà il processo. Nel 2019, Merck ha guadagnato $ 8,4 miliardi di entrate dal mercato dei vaccini, un segmento in crescita a un tasso annuo del 9% dal 2010, secondo Bernstein .
Glaxo SmithKline ha annunciato questo mese la sua partnership con la Coalition for Epidemic Preparedness Innovations [CEPI] per un programma di vaccinazione … CEPI è stato lanciato al World Economic Forum 2017.
È interessante notare che il CEPI, lanciato a Davos nel 2017, è supportato dalla Bill and Melinda Gates Foundation, dal Wellcome Trust (una fondazione umanitaria britannica multimiliardaria) e dal World Economic Forum. I governi di Norvegia e India sono membri e il loro ruolo è principalmente quello di finanziare CEPI.

cronologia
18 ottobre 2019 : la B. e M. Gates Foundation e il World Economic Forum sono partner della pandemia “simulazione di esercitazione” a nCoV-2019 condotta dal John Hopkins Center for Health Security nell’ottobre 2019.
31 dicembre 2019 : la Cina avvisa l’OMS della scoperta di numerosi casi di “polmonite insolita” a Wuhan, nella provincia di Hubei.
7 gennaio 2020 : funzionari cinesi affermano di aver identificato un nuovo virus. L’OMS nomina il nuovo virus 2019-nCoV ( esattamente lo stesso nome del virus che era l’oggetto dell’esercizio di simulazione del John Hopkins Center, tranne il posizionamento della data).
24-25 gennaio 2020 : Vertice di Davos sotto l’egida del CEPI, che è anche il frutto di una partnership tra il World Economic Forum e la Gates Foundation, durante la quale viene annunciato lo sviluppo di un vaccino contro il nCoV 2019 (2 settimane dopo l’annuncio del 7 gennaio 2020 e appena una settimana prima della dichiarazione di emergenza sanitaria pubblica di portata internazionale da parte dell’OMS).
30 gennaio 2020 : il direttore dell’OMS dichiara una “emergenza sanitaria pubblica di rilevanza internazionale”.
Ora è stata lanciata una campagna di vaccinazione per fermare COVID-19 sotto l’egida di CEPI in collaborazione con GlaxoSmithKline .

conclusione
COVID-19 (alias nCoV-2019) rappresenta un tesoro del valore di miliardi di dollari per le grandi aziende farmaceutiche. Ma contribuisce anche a far precipitare l’umanità in un pericoloso processo di destabilizzazione economica, sociale e geopolitica.


Tradotto da Daniel per Mondialisation.ca www.mondialisation.ca

in Italiano da Luciano Lago per Controinformazione.info

02 aprile 2020

La "pandemia" del Coronavirus? Il vero pericolo è l'Agenda ID2020: Vaccinazioni forzate, impianto chip e depopolazione

Cos'è la famigerata ID2020? È un'alleanza di partner pubblico-privati, tra cui le agenzie delle Nazioni Unite e la società civile. È un programma di identificazione elettronica che utilizza la vaccinazione generalizzata come piattaforma per l'identità digitale.
Sembra che più si scrive sulle cause del Coronavirus, più le analisi scritte sono messe in ombra da una propaganda e da un clamore allarmista. Domande per la verità e argomenti per cercare le origini e come il virus possa essersi diffuso e come combatterlo si perdono nel rumore del caos sfrenato. Ma non è forse questo ciò che gli "Black Men" dietro questa voluta pandemia - caos, panico, disperazione, che porta alla vulnerabilità umana - vogliono, cioè un popolo che diventi facile preda della manipolazione?

Oggi (12 marzo), l'OMS ha dichiarato il coronavirus COVID-19 una "pandemia" - quando non c'è la minima traccia di pandemia. Una pandemia potrebbe essere la condizione, quando il tasso di mortalità per infezione raggiunge più del 12%. In Europa, il tasso di mortalità è di circa lo 0,4%, o meno. Ad eccezione dell'Italia, che è un caso particolare, dove il picco del tasso di mortalità è stato del 6% (vedi sotto per ulteriori analisi)

"Thousands more are fighting for their lives in hospitals.

In the days and weeks ahead, we expect to see the number of cases, the number of deaths, and the number of affected countries climb even higher"-@DrTedros
"WHO has been assessing this outbreak around the clock and we are deeply concerned both by the alarming levels of spread and severity, and by the alarming levels of inaction"-@DrTedros

2.347 utenti ne stanno parlando
La Cina, dove il tasso di mortalità ha raggiunto solo poche settimane fa un picco di circa il 3%, è tornata allo 0,7% - e sta rapidamente diminuendo, mentre sta prendendo il pieno controllo della malattia - con l'aiuto di un farmaco non detto sviluppato 39 anni fa da Cuba, chiamato "Interferone Alpha 2B (IFNrec)", molto efficace per combattere virus e altre malattie, ma non è conosciuto e utilizzato nel mondo, perché gli Stati Uniti, sotto il loro embargo illegale di Cuba, non permettono che il farmaco sia commercializzato a livello internazionale.
L'OMS ha molto probabilmente ricevuto ordini dall'alto, da coloro che gestiscono anche Trump e dai "leader" (sic) dell'Unione Europea e dei suoi Paesi membri, coloro che mirano a controllare il mondo con la forza - l'Unico Ordine Mondiale.


Questo è stato sul tavolo da disegno per anni. La decisione finale di procedere ORA è stata presa nel gennaio 2020 al World Economic Forum (WEF) di Davos - a porte chiuse, naturalmente. The Gates, GAVI (un'associazione di farmacisti che promuovono la vaccinazione), Rockefeller, Rothschilds e altri, sono tutti alla base di questa decisione - l'attuazione dell'Agenda ID2020 - vedi sotto.

Dopo che la pandemia è stata dichiarata ufficialmente, il passo successivo può essere - anche su raccomandazione dell'OMS, o di singoli paesi - la "vaccinazione forzata", sotto la sorveglianza della polizia e/o dei militari. Coloro che si rifiutano possono essere penalizzati (multe e/o carcere - e comunque vaccinati con la forza).

Se effettivamente la vaccinazione forzata avverrà, un'altra bontà per Big Pharma, la gente non sa davvero che tipo di cocktail sarà messo nel vaccino, magari un killer lento, che agisce solo tra qualche anno - o una malattia che colpisce solo la prossima generazione - o un agente debilitante per il cervello, o un gene che rende sterile la donna.... tutto è possibile - sempre con l'obiettivo del pieno controllo della popolazione e della riduzione della popolazione. Tra qualche anno, naturalmente, non si saprà più da dove viene la malattia. Questo è il livello di tecnologia che i nostri laboratori di bioguerra hanno raggiunto (Stati Uniti, Regno Unito, Israele, Canada, Australia...).


Un'altra ipotesi, a questo punto solo un'ipotesi, ma realistica, è che insieme alla vaccinazione - se non con questa, poi eventualmente con una successiva, si può iniettare un nano-chip, sconosciuto alla persona vaccinata. Il chip può essere caricato a distanza con tutti i vostri dati personali, compresi i conti bancari - denaro digitale. Sì, il denaro digitale è quello a cui "loro" puntano, quindi non hai più alcun controllo sulla tua salute e su altri dati intimi, ma anche sui tuoi guadagni e sulle tue spese. Il vostro denaro potrebbe essere bloccato, o portato via - come "sanzione" per comportamenti scorretti, per aver nuotato controcorrente. Potresti diventare un semplice schiavo dei padroni. In confronto, il feudalesimo può apparire come una passeggiata nel parco.

Non per niente il dottor Tedros, DG dell'OMS, ha detto qualche giorno fa: "Dobbiamo muoverci verso la moneta digitale, perché la carta fisica e la moneta a moneta possono diffondere malattie, soprattutto malattie endemiche, come il coronavirus". Un precursore per le cose che verranno? - O per le cose che sono già qui? - In molti Paesi scandinavi il denaro contante è in gran parte vietato e anche un barattolo di cioccolata può essere pagato solo elettronicamente.

Ci stiamo muovendo verso uno stato totalitario del mondo. Questo fa parte dell'Agenda ID2020 - e questi passi da attuare ora - preparati da tempo, anche dalla simulazione computerizzata del coronavirus alla Johns Hopkins di Baltimora il 18 ottobre 2019, sponsorizzata dal WEF (World Economic Forum)e dalla Bill and Melinda Gates Foundation.

Bill Gates, uno dei principali sostenitori delle vaccinazioni per tutti, soprattutto in Africa - è anche un grande sostenitore della riduzione della popolazione. La riduzione della popolazione è tra gli obiettivi dell'élite del WEF, dei Rockefeller, dei Rothschild, dei Morgans - e di alcuni altri. L'obiettivo: meno persone (una piccola élite) possono vivere più a lungo e meglio con le risorse ridotte e limitate che Madre Terra offre generosamente.


Questo era stato apertamente propagandato già negli anni '60 e '70 da Henry Kissinger (foto), ministro degli Esteri dell'amministrazione Nixon, co-ingegnere della guerra del Vietnam e responsabile del bombardamento semi-clandestino della Cambogia, un genocidio di milioni di civili cambogiani disarmati. Insieme al colpo di stato architettato dalla Cia-Kissinger l'11 settembre 1973 in Cile, che uccise il Salvador Allende democraticamente eletto e mise al potere il dittatore militare Pinochet, Kissinger ha commesso crimini di guerra. Oggi è portavoce (per così dire) di Rockefeller e della loro "Bilderberger Society".

Due settimane dopo la simulazione al computer del Johns Hopkins Medical Center di Baltimora, Maryland, che ha "prodotto" (alias simulato) 65 milioni di morti (!) (ER: Evento 201), il virus COVID-19 è apparso per la prima volta a Wuhan. Ormai è quasi certo che il virus sia stato portato a Wuhan dall'esterno, molto probabilmente da un laboratorio di guerra biologica negli Stati Uniti. Vedi anche questo e questo


Cos'è il famigerato ID2020? È un'alleanza di partner pubblico-privati, tra cui le agenzie delle Nazioni Unite e la società civile. È un programma di identificazione elettronica che utilizza la vaccinazione generalizzata come piattaforma per l'identità digitale. Il programma sfrutta le operazioni di registrazione delle nascite e di vaccinazione esistenti per fornire ai neonati un'identità digitale portatile e persistente collegata biometricamente. GAVI, la Global Alliance for Vaccines and Immunization, si identifica sul suo sito web come una partnership sanitaria globale di organizzazioni del settore pubblico e privato dedicate alla "vaccinazione per tutti". GAVI è supportata dall'OMS, e inutile dire che i suoi principali partner e sponsor sono l'industria farmaceutica.

L'Alleanza ID2020 in occasione del vertice del 2019, intitolato "Rising to the Good ID Challenge", tenutosi a settembre 2019 a New York, ha deciso di lanciare il suo programma nel 2020, decisione confermata dal WEF nel gennaio 2020 a Davos. Il loro programma di identità digitale sarà testato con il governo del Bangladesh. GAVI, la Vaccine Alliance, e "partner del mondo accademico e del soccorso umanitario" (come lo chiamano loro) fanno parte del partito dei pionieri.
È solo una coincidenza che l'ID2020 sia stato lanciato all'inizio di quella che l'OMS chiama una pandemia? - Oppure è necessaria una pandemia per "lanciare" i molteplici e devastanti programmi dell'ID2020?

Ecco cosa ha da dire Anir Chowdhury, consulente politico del programma del governo del Bangladesh:
    "Stiamo implementando un approccio lungimirante all'identità digitale che dà agli individui il controllo delle proprie informazioni personali, pur continuando a costruire i sistemi e i programmi esistenti". Il governo del Bangladesh riconosce che la progettazione di sistemi di identità digitale ha implicazioni di vasta portata per l'accesso degli individui ai servizi e ai mezzi di sussistenza, e noi siamo ansiosi di essere pionieri di questo approccio.
Wow! Il signor Anir Chowdhury sa in cosa si sta cacciando?


Torniamo alla pandemia e al panico. Ginevra, sede europea delle Nazioni Unite, compresa la sede dell'OMS, è praticamente chiusa. Non diversamente dal blocco iniziato a Venezia e poi esteso al Nord Italia fino a pochi giorni fa - e ora il blocco copre tutta l'Italia. Un lock-down simile potrebbe presto essere adottato anche dalla Francia - e da altri Stati vassalli europei dell'impero anglo-sionista.

Sono in circolazione numerosi memorandum con simili contenuti panic-mongering di diverse agenzie dell'ONU a Ginevra. Il loro messaggio chiave è - annullare tutti i viaggi delle missioni, tutti gli eventi a Ginevra, le visite al Palazzo delle Nazioni, alla Cattedrale di Ginevra, ad altri monumenti e musei. Le ultime direttive, molte agenzie stanno istruendo il loro personale a lavorare da casa, per non rischiare la contaminazione da parte dei trasporti pubblici.

Questo ambiente di panico e paura supera ogni senso della realtà, quando la verità non conta. La gente non riesce nemmeno più a pensare alle cause e a ciò che può esserci dietro. Nessuno ti crede (più) quando fai riferimento all'Evento 201, la simulazione del coronavirus, i Giochi Militari di Wuhan, la chiusura lo scorso 7 agosto del laboratorio di guerra biologica ad alta sicurezza a Fort Detrick, Maryland.... quello che a un certo punto avrebbe potuto aprire gli occhi a molti, oggi è pura teoria della cospirazione. Il potere della propaganda. Un potere destabilizzante - destabilizza i paesi e le persone, distrugge le economie, crea disagi per le persone che potrebbero perdere il lavoro, di solito quelle che meno se lo possono permettere.

Inoltre, in questo momento diventa sempre più importante ricordare alla gente che l'epidemia in Cina ha preso di mira il genoma cinese. In seguito è mutato per trasgredire i "confini" del DNA cinese? Quando è successo, se è successo? Perché all'inizio era chiaro che anche le vittime infette in altre parti del mondo erano al 99,9% della discendenza cinese.
Quello che è successo dopo, quando il virus si è diffuso in Italia e in Iran, è un'altra questione, e apre la strada a una serie di speculazioni.


(i) Vari ceppi del virus circolavano in sequenza - in modo da destabilizzare i Paesi di tutto il mondo e confondere la popolazione e i media, in modo che soprattutto nessuno del mainstream potesse giungere alla conclusione che il primo ceppo avesse preso di mira la Cina in una guerra biologica.

(ii) In Iran, ho il forte sospetto che il virus fosse una forma potenziata di MERS (Sindrome Respiratoria del Medio Oriente, prodotta dall'uomo, scoppiata per prima in Arabia Saudita nel 2012, diretta al genoma arabo) - che è stata in qualche modo introdotta negli ambienti governativi (con spray?) - con l'obiettivo di "Regime Change" di COVID19 - ha causato la morte. È il desiderio di Washington da almeno 30 anni.

(iii) In Italia - perché l'Italia? - Forse perché Washington/Bruxelles voleva colpire duramente l'Italia per essere stata ufficialmente il primo Paese a firmare un accordo Belt and Road (BRI - mappa nella foto) con la Cina (in realtà, la prima è stata la Grecia, ma nessuno dovrebbe sapere che la Cina è venuta in soccorso della Grecia, distrutta dai fratelli greci, dai membri dell'UE, soprattutto Germania e Francia).



(iv) Il clamore sull'alto tasso di mortalità per infezione in Italia, al momento di questo scritto: 10.149 infezioni contro 631 morti = tasso di mortalità di 6,2 (relativamente all'Iran: 8.042 infezioni contro 291 morti = tasso 3,6 morti). Il tasso di mortalità dell'Italia è quasi il doppio di quello dell'Iran e quasi dieci volte quello dell'Europa media. (Queste discrepanze sono il risultato di una mancanza di dati affidabili per quanto riguarda le "infezioni", si vedano le nostre osservazioni relative all'Italia).
Perché? - L'Italia è stata colpita dal panico da virus? È stato introdotto in Italia un ceppo molto più forte?


L'influenza comune in Europa nella stagione 2019/2020, sembra che finora ne abbia ucciso circa 16.000 (negli Stati Uniti il numero di morti è, secondo il CDC, tra i 14.000 e i 32.000, a seconda del sito web del CDC che si guarda).

È possibile che tra i decessi per coronavirus italiani ci siano state anche comuni vittime dell'influenza, dato che le vittime colpite sono per lo più anziani con problemi respiratori? Inoltre, i sintomi sono molto simili tra il coronavirus e la comune influenza, e nessuno mette in discussione e controlla la narrazione delle autorità ufficiali?


Forse non tutti i ceppi di coronavirus provengono dallo stesso laboratorio. Un giornalista di Berlino, di origine ucraina, mi ha detto stamattina che l'Ucraina ospita circa 5 laboratori di guerra biologica statunitensi ad alta sicurezza. Testano regolarmente nuovi virus sulla popolazione - eppure, quando nei dintorni dei laboratori scoppiano strane malattie, nessuno è autorizzato a parlarne. Qualcosa di simile, dice, sta accadendo in Georgia, dove ci sono ancora più laboratori di guerra biologica del Pentagono e della CIA - e dove scoppiano anche nuove e strane malattie.

Tutto questo rende il quadro composito ancora più complicato. In generale, tutto questo super clamore è guidato dal profitto, la ricerca del profitto immediato, i benefici immediati della sofferenza della gente. Questo creare il panico è cento volte più di quanto valga. Ciò che questi capi della malavita, che fingono di gestire il mondo superiore, forse hanno calcolato male, è che nel mondo globalizzato e ampiamente esternalizzato di oggi, l'Occidente dipende in modo massiccio dalla catena di approvvigionamento della Cina, per i beni di consumo, e per le merci intermediarie - e, soprattutto per i farmaci e le attrezzature mediche. Almeno l'80% dei farmaci o degli ingredienti per i farmaci, così come per le attrezzature mediche, proviene dalla Cina. La dipendenza dalla Cina occidentale per gli antibiotici è ancora più elevata, circa il 90%.  I potenziali impatti sulla salute sono devastanti.

Durante il culmine dell'epidemia di COVID-19, l'apparato produttivo cinese per tutto è stato quasi chiuso. Per le consegne ancora effettuate, le navi merci sono state regolarmente e categoricamente respinte da molti porti di tutto il mondo. Così, l'Occidente ha ingannato se stesso in una modalità di penuria di tutto, scatenando di fatto una "guerra economica" contro la Cina. Quanto durerà? - Nessuno lo sa, ma l'economia cinese, che era in calo di circa la metà, ha rapidamente recuperato oltre l'80% di quello che era prima che il coronavirus colpisse. Quanto tempo ci vorrà per recuperare il ritardo?


Cosa c'è dietro tutto questo? - Un totale giro di vite con il panico indotto artificialmente al punto che la gente grida "aiutateci, dateci le vaccinazioni, mostrate polizia e militari per la nostra sicurezza" - o anche se la disperazione pubblica non si spinge così lontano, sarebbe facile per l'UE e le autorità statunitensi imporre una fase militare di assedio per "la protezione della salute del popolo". In realtà, il CDC (Center for Disease Control di Atlanta) ha già progettato dure direttive dittatoriali per una "emergenza sanitaria".

Insieme alla vaccinazione forzata, chissà cosa sarebbe contenuto nel cocktail di ''mini-malattie'' iniettate, e quali potrebbero essere i loro effetti a lungo termine. Simili a quelle degli ogm, dove ogni tipo di germe potrebbe essere inserito senza che noi, comuni mortali, lo sappiamo?

Forse siamo proprio all'inizio dell'implementazione dell'ID2020 - che include la vaccinazione forzata, la riduzione della popolazione e il controllo digitale totale di tutti - sulla strada verso un Ordine Mondiale - e l'egemonia finanziaria globale - Full Spectrum Dominance, come il PNAC (Plan for a New American Century) ama chiamarla.


Una manna per la Cina. La Cina è stata volutamente presa di mira per "distruzione economica" a causa della sua economia che avanza rapidamente, un'economia che presto supererà quella dell'ormai egemone, gli Stati Uniti d'America, e a causa della moneta forte della Cina, lo yuan, anche potenzialmente in grado di superare il dollaro come principale moneta di riserva del mondo.

Entrambi gli eventi significherebbero la fine del dominio statunitense sul mondo. La malattia del coronavirus, ora in più di 80 paesi, ha fatto crollare i mercati azionari, con un calo di almeno il 20% nelle ultime settimane - e un aumento; le temute conseguenze del virus di un rallentamento dell'economia, se non la recessione, hanno tagliato i prezzi della benzina in circa due settimane quasi a metà. Tuttavia, senza l'interferenza della banca centrale cinese, il valore dello yuan rispetto al dollaro è rimasto piuttosto stabile, intorno ai 7 yuan rispetto al dollaro. Ciò significa che l'economia cinese, nonostante COVID-19, sta ricevendo ancora molta fiducia in tutto il mondo.

Consigli per la Cina - comprate tutte le azioni societarie statunitensi ed europee che potete comprare alle attuali quotazioni di fondo dei mercati azionari che sono crollati di un quinto o più, in più comprare molti futures sul petrolio. Quando i prezzi si riprenderanno, non solo avrete guadagnato miliardi, probabilmente trilioni dall'Occidente, ma potrete anche possedere o detenere quantità significative e influenti di azioni nella maggior parte delle più grandi società statunitensi ed europee - e sarete in grado di aiutare a decidere i loro sforzi futuri.

C'è, tuttavia, un piccolo lato positivo che oscilla all'orizzonte, altrimenti pieno di nuvole scure. Potrebbe essere miracolosamente un risveglio della coscienza di una massa critica che potrebbe porre fine a tutto questo. Anche se sembriamo lontani da un tale miracolo, da qualche parte in un angolo nascosto del nostro cervello, tutti noi abbiamo ancora una scintilla di coscienza. Abbiamo la capacità spirituale di abbandonare la via del disastro del capitalismo neoliberale occidentale, e di sposare invece la solidarietà, la compassione e l'amore per l'altro e per la nostra società. Questo potrebbe essere l'unico modo per rompere l'ingorgo e il destino dell'avidità egocentrica occidentale.


Peter Koenig 
Globalresearch.ca

01 aprile 2020

Big Pharma ringrazia il coronavirus, “previsto” da Bill Gates

Chi guadagna dalla diffusione della paura da contagio? I colossi farmaceutici privati quotati in Borsa. Per appurarlo basta osservare gli andamenti borsistici. Chi aveva puntato i propri investimenti, per fare un esempio, su trasporti aerei o aziende che fondano la propria attività sul turismo (migliaia i voli cancellati), è indotto a venderle e comprare azioni di istituti che mostrano di impegnarsi nel settore della ricerca di vaccini contro il virus. Le azioni di Vir Biotechnologies, ad esempio, fondata nel 2016, che sviluppa trattamenti per le malattie infettive, dall’inizo del 2020 ha visto il valore delle proprie azioni crescere del 97%, con conseguente impennata della capitalizzazione dell’azienda che è arrivata a ben 3 miliardi di dollari. L’offerta di azioni Vir è guidata da Goldman Sachs, Jp Morgan Chase, Cowen e Barclays. Le azioni sono negoziate su Nasdaq Global Select Market venerdì con il simbolo Vir. Come Vir, Inovio Pharmaceuticals, Moderna e Novavax. Quest’ultima ha registrato un rialzo del 113%. La Coalizione for Epidemic Preparedness Innovations, ente non profit pubblico-privato con sede in Norvegia, ha donato 11 milioni di dollari in finanziamenti alle prime due per incentivarle a sviluppare vaccini contro il coronavirus. Il Pirbright Institute per la prevenzione e il controllo delle malattie virali ha ricevuto cospicui finanziamenti dalla Bill & Melinda Gates Foundation.
A pensar male si potrebbe ipotizzare che la capacità di assemblare virus in laboratorio (Sars 2002, Aviaria 2005, Suina 2009) a partire da modifiche a virus esistenti (uso privatistico delle applicazioni della scienza in mano a settori privati senza scrupoli) Bill Gatessia parte integrante della criminale strategia affaristica. Un po’ come è successo e succede con i virus informatici. Diffondi il virus, vendi l’antivirus… Forse non è a caso che a guadagnare da questo stato di cose ci siano, tra i partner di Vir Biotechnologies, la Bill & Melinda Gates Foundation… La Bill & Melinda Gates Foundation è partner di Inovio Pharmaceuticals, insieme a Darpa (Defence Advanced Research Projects Agency – Agenzia di ricerca militare progetti avanzati), di Novavax, Moderna (insieme a Darpa) e Vaxarta. Su un altro versante, però, la fondazione di Bill Gates sembra volersi sdebitare donando 100 milioni di dollari in finanziamenti per soccorritori di prima linea, misure di prevenzione e sforzi terapeutici in tutto il mondo. Il presidente Xi Jinping esprime «sincera gratitudine a Bill e Melinda Gates per il sostegno della loro fondazione alla Cina dopo lo scoppio del nuovo coronavirus».
Tutto questo risuona con quanto denunciato da Simone Lombardini (membro del Comitato No Guerra No Nato): 1. Wuhan è la città che ospita, dal 2014, l’unico laboratorio di materiale biologico potenzialmente impiegabile come arma militare biologica; 2. Nel 2015 è stato depositato, da un istituto di cui è partner la solita Bill e Melinda Gates Fondation, un brevetto di coronavirus attenuato, disponibile all’uso dal 2018; 3. Nel marzo 2019 viene inviato al laboratorio di Wuhan un pacchetto di virus infettivi letali dal laboratorio Bls-4 canadese; 4. Il 18 ottobre, poco prima della apparizione dei primi casi di infezione, Bill e Melinda Gates organizzano una simulazione di pandemia globale da coronavirus con le stesse caratteristiche di quello che si sta diffondendo; 5. A due settimane dalle prime manifestazioni del virus, nel pieno rispetto dei suoi tempi di coronavirusincubazione, arrivano a Wuhan 300 militari statunitensi in occasione della partecipazione ad una manifestazione della Military World Games. C’è poi la pubblicazione di uno studio scientifico, opera di ricercatori cinesi, che necessita di ulteriori conferme, che sostiene che le popolazioni asiatiche abbiano più recettori per questo coronavirus.
Ecco l’abstract del paper: «Il nuovo coronavirus (2019-nCov) è stato identificato a Wuhan, nella provincia di Hubei, in Cina, nel dicembre del 2019. Questo nuovo coronavirus ha portato a migliaia di casi di malattia letale in Cina, con ulteriori pazienti identificati in un numero in rapida crescita a livello internazionale. È stato segnalato che 2019-nCov condivide lo stesso recettore, l’enzima 2 di conversione dell’angiotensina (Ace2), con Sars-Cov. Qui sulla base del database pubblico e della tecnica Rna-Seq a cella singola all’avanguardia, abbiamo analizzato il profilo di espressione dell’Rna Ace2 nei normali polmoni umani. Il risultato indica che l’espressione del recettore del virus Ace2 è concentrata in una piccola popolazione di cellule alveolari di tipo II (At2). Sorprendentemente, abbiamo scoperto che questa popolazione di At2 che esprime Ace2 esprimeva anche molti altri geni che regolano positivamente la riproduzione e la trasmissione virale. Un confronto tra otto singoli campioni ha dimostrato che il maschio asiatico ha un numero estremamente elevato di cellule che Simone Lombardiniesprimono Ace2 nel polmone. Questo studio fornisce un background biologico per l’indagine epidemica della malattia da infezione 2019-nCov e potrebbe essere importante per il futuro sviluppo della strategia terapeutica anti-Ace2».
Naturalmente, in agguato c’è il solito rischio di bolla finanziaria, nel caso in cui le società su cui si punta falliscano nei loro obiettivi dichiarati, ma questo risulta secondario. Nella logica della finanza speculativa, infatti, tutto sta a sfruttare al meglio il periodo in cui i titoli aumentano di valore consentendo il solito gioco: vendere al momento opportuno ad un prezzo più alto di quello di acquisto. Più in generale, se si diffonde il panico finanziario (in questo periodo sui mercati borsistici si vendono titoli e si compra oro, che è un bene-rifugio) a perderci saranno i piccoli e medi investitori, a guadagnarci i ricchissimi – ossia quelli che sanno come guadagnare da qualsiasi congiuntura economica. Sono quelli che approfittano del panico diffuso ad arte, aspettano la fuga dei “piccoli” e quando arriva il momento che reputano più opportuno fanno man bassa, comprando a pochissimo titoli da cui i più sono fuggiti, diventando ancora più ricchi. A ben pensare capiamo anche perché l’impresa farmaceutica pubblica è stata via via marginalizzata e in gran parte svenduta e privatizzata. Il virus sembrerà riconoscere tutti quei paesi fragili dal punto di vista dell’organizzazione e dell’efficienza della loro sanità pubblica e si diffonderà rapidamente tra le loro popolazioni. Un singolo virus potrebbe inoltre riuscire a sgonfiare l’enorme bolla della finanza globale mettendo a nudo la instabilità della “economia” dominante, che ha lasciato prevalere le assurde quanto criminali pretese della finanza speculativa sulla economia reale e sulla politica.
(Francesco Cappello, “A pensar male…”, da “Scenari Economici” del 23 febbraio 2020).